sabato 25 giugno 2011

Torta di pane e Fiordifrutta di Prugnole Selvatiche

Qualcuno vuole una fetta di torta?
C'è il gusto un pò asprigno delle Prugnole selvatiche,è venuta proprio buona...


 Quanto tempo che non prendo più i pennelli in mano!..
Passo davanti alle scatole delle matite e degli acquerelli, tolgo un pò di polvere e via...sempre di corsa, sempre qualcos'altro da fare...
I personaggi dei miei disegni mi guardano con occhi di rimprovero soprattutto la nonna, sembra dirmi:
-Trova un pò di tempo per te! Io non ho mai potuto farlo!
Arrivata a Torino da Roma per sposare un uomo di venticinque anni più grande, mi sono trovata in una casa di vecchi, dove camminavo in punta di piedi e non osavo chiedere un pò di pane....
Era una casa di ricchi, in casa non dovevo fare nulla, ma non la sentivo mia....
Uscivo per via Po con il cane al guinzaglio e mi compravo una brioche in pasticceria, un boccone a me, uno a lui, ma avevo voglia di pane...
Tornare indietro non si poteva a quei tempi, poi è arrivata la bambina, e poi tutte le cose belle e brutte che ci porta la vita, la guerra, la bambina  è diventata grande, si è sposata e sei arrivata tu...e poi...


 Questa torta di pane l'ho fatta pensando a lei, una bella donna senza sorriso, e ho deciso di ritagliarmi un pò di tempo e riprendere a disegnare...
 Ingredienti:
300 gr di pane raffermo, di cui 100 a cubetti, il resto a fette sottili
180 gr di burro
150 di zucchero
6 tuorli
3 albumi
un bicchiere di vino Moscato (o altro vino bianco dolce)
Cannella in polvere
Confettura biologica Fiordifrutta della Rigoni di Asiago di Prugnole selvatiche.
Montare a crema il burro ammorbidito e lo zucchero, aggiungendo i tuorli uno alla volta.
Spolverare di cannella e aggiungere  i pezzetti di pane e poi, delicatamente, i bianchi a neve.
Imburrare e infarinare uno stampo a cerniera, ottimo quello della GUARDINI ,e disporvi sul fondo le fette di pane spruzzate di vino bianco,poi il composto di pane, uova , burro e zucchero.
Cuocere a 180° per 40 minuti, finchè uno stuzzicadenti nel dolce, non esce asciutto.
Quando è raffreddato, togliere il dolce dallo stampo e  disporvi la confettura Fiordifrutta sopra la superficie .
Una fetta di torta?


9 commenti:

  1. Che buona!!!Anch'io faccio una torta di pane ma con le pere ed il cioccolato. Ora me la segno.

    RispondiElimina
  2. Che bella storia. E che bella torta. Ha ragione la nonna il tempo per sé è importante.... e anche la cosa più difficile da conquistare. :-)

    RispondiElimina
  3. Che bella!!!dev'essere anche buonissima!!!che storia quella della nonna senza sorriso :( ..se hai questo dono dedicati qualche ora la settimana sarebbe proprio un peccato rinuncirvi..buona domenica cara un bacione

    RispondiElimina
  4. Davvero molto buona ,non ho mai fatto una torta di pane.Mi segno la tua cosi' ci provo.
    Un abbraccio e buona domenica.

    RispondiElimina
  5. veramente squisita! e che bello il tuo disegno!

    RispondiElimina
  6. Ma che bontààà!! Complimenti e buona serata!!

    RispondiElimina
  7. Questi sono i dolci che piacciono a me semplici senza tanta arzigolazioni!
    Bravissima!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  8. E' un meravilglioso omaggio a tua nonna!!! E la torta è fantastica!!!

    RispondiElimina