lunedì 28 febbraio 2011

IL nostro liquore di Mandarini




Mandarinetto
500 gr di mandarini non trattati
500 gr di alcool
370 gr di zucchero
500 gr di acqua e........un pizzico di zafferano

Togliere le scorze ai mandarini (togliendo la parte bianca) con un coltellino affilato

Farle macerare nell'alcool per 15 giorni.
Dopodichè far bollire acqua e zucchero e aggiungerla al liquido quando è raffreddata.
Filtrare e attendere 7 giorni prima di gustare il liquore, possibilmente leggendo questa poesia:


'A Madonna d"e mandarine, di Ferdinando Russo

Quanno ncielo n'angiulillo
nun fa chello c'ha da fa',
'o Signore int'a na cella
scura scura 'o fa nzerrà.

Po' se vota a n'ato e dice:
- Fa venì San Pietro ccà!
E San Pietro cumparisce:
- Neh, Signò, che nuvità?

- Dint"a cella scura scura
n'angiulillo sta nzerrato:
miettammillo a pane e acqua
pecché ha fatto nu peccato!

E San Pietro acala 'a capa
e risponne: - Sissignore!
Dice Dio: - Ma statt'attiento
ch'ha da sta' vintiquatt'ore!

L'angiulillo, da llà dinto,
fa sentì tanta lamiente…
- Meh, Signò, dice San Pietro,
pè sta vota…nun fa niente…

- Nonzignore! Accussì voglio!
Statte zitto! dice Dio;
si no ognuno se ne piglia!
'N Paraviso cummann'io!

E San Pietro avota 'e spalle.
Da la cella scura scura
l'angiulillo chiagne e sbatte,
dice 'e metterse paura!

Ma 'a Madonna, quanno ognuno
sta durmenno a suonne chine,
annascuso 'e tuttequante
va e lle porta 'e mandarine

2 commenti:

  1. che bella foto e che buono dev'essere il liquore.

    RispondiElimina
  2. sembra proprio buono questo liquore, bravi!

    RispondiElimina